Io, Nicola Vizzarri

Nicola Vizzarri

 

Sono nato in Sardegna, a Cagliari, nel 1973 e qui ho trascorso i primi anni della mia vita.

L’adolescenza è l’età delle prime emozioni, delle prime scoperte, delle indecisioni.  Eppure già da allora  avevo nel cassetto un sogno ambizioso: diventare uno chef, possibilmente il migliore in circolazione. Così, appena tredicenne, sono partito per l’Abruzzo, per Villa Santa Maria precisamente: lì c’era (e c’è) una tra le più rinomate scuole alberghiere d’Italia. Forse l’unica che avrebbe potuto darmi le basi del un mestiere.

Il mio spirito, coraggioso al limite della ragionevolezza, mi aveva portato fin lì. Ora occorreva apprendere la sostanza e badare alla vita, dura, per un ragazzino solo e lontano da casa. Tempi duri, ma ripagati così rapidamente da non portarne i segni.

La passione, l’impegno, la stoffa, la tenacia mi hanno fatto emergere ben presto tra gli allievi del mio corso. Il mio sogno era sempre più vicino e sarebbe stato esaudito di li a poco, giusto il tempo di terminare gli studi.

 

Ho iniziato subito a lavorare nelle realtà ristorative e alberghiere più prestigiose del centro e del sud Italia. Mi sono specializzato nella cucina calda, ho preso parte a eventi gastronomici di spessore, nazionali ed internazionali, ho portato i frutti della mia ricerca in tv, sono diventato testimonial di importanti aziende del settore, sono stato insignito più e più volte di premi e riconoscimenti.

Ma forse la soddisfazione più grande è arrivata nel 2002 quando, con un pizzico di commozione, sono diventato membro della Nazionale Italiana Cuochi, punta di diamante della Federazione Italiana Cuochi e meta ambita da ogni chef professionista, per il prestigio e la carica simbolica che rappresenta.

Ora basta parlare di passato. Da circa 2 anni, sono un libero professionista che ama guardare avanti, che scruta con attenzione i cambiamenti e che è sempre pronto a valutare nuove opportunità e nuovi stimoli.

In pillole…

Competizioni
  • Campionati del mondo di Lussemburgo con la N.I.C. (2 medaglie d’argento) – ottobre 2002
  • American Culinary Classic di Chicago con la N.I.C. (1 medaglia d’argento, 1 di Bronzo) – maggio 2003
  • Festival della Cucina Italiana a Salonicco, in occasione del cambio al vertice della Comunità Europea – giugno 2003
  • Festival della Cozza Tarantina -1° premio – novembre 2004
  • Concorso “1° Trofeo Cav. Elio Antoniucci” – Perugia (25/11/1997) – 1° premio
  • Campionati Europei a Stoccarda (N.I.C.) (medaglia d’oro e riconoscimento speciale per la migliore presentazione del piatto da Buffet) – marzo 2003
  • Olimpiadi Mondiali della Cucina (N.I.C.) a Erfurt (Svizzera), (medaglia d’argento) – ottobre 2004
  • Salone mondiale della ristorazione a Basilea (N.I.C.) (medaglia d’argento) – novembre 2005
  • International Kremlin Culinary Cup (N.I.C.) (1 medaglia d’oro gara individuale, 2 medaglie d’argento con la squadra) ottobre 2006
  • Campionati del mondo a Lussemburgo (N.I.C.) (Medaglia d’Argento) – novembre 2006
  • 3° Festival del Confronto delle Cucine Internazionali (Litorale Flegreo) Luglio 2007 – sezione Italiana: 1° Classificato
  • 3° Festival del Confronto delle Cucine Internazionali (Litorale Flegreo) Luglio 2007 – Finale Internazionale: 1° Classificato
  • International Kremlin Culinary Cup (N.I.C.) – Ottobre 2007 (2 Medaglie d’oro con la squadra)
  • Internazionali d’Italia a Marina di Massa (Culinary Team Molise) marzo 2008 :1° posto e medaglia d’oro
  • IKA 2008 (olimpiadi mondiali della cucina) ERFURT (Geramnia) 2 Medaglie d’Argento con la N.I.C.
  • Campionato del mondo a Lussemburgo 2010 con 2 medaglie d’argento
  • Medaglia d’argento alle Olimpiadi di cucina Erfurt 2012 (Germania)

Titoli
  • Diploma di Sommelier “Fisar” (Docente Dott. Cotarella) – Orvieto (TR) – 09.03.1998
  • Presidente Regione Molise della Federazione Italiana Cuochi (Con mandato Quadriennale 1999 – 2003)
  • Consigliere nazionale per la Regione Molise (Con mandato Quadriennale 2003-2007)
  • Discepolo di San Francesco Caracciolo (Riconoscimento di Villa Santa Maria – “Patria dei Cuochi”)
  • Team Manager della squadra regionale molisana –Culinary Team Molise
  • Discepolo di August Escoffier (novembre 2006)
  • Custode della tradizione (Riconoscimento di Villa Santa Maria)
  • Ambasciatorie molisano del gusto
  • Docente per il corso di Educazione alimentare presso l’Università degli Studi del Molise
  • Docente per attività di Laboratorio di Cucina (Gal Innova Plus)
  • Discepolo di San Francesco Caracciolo (Riconoscimento di Villa Santa Maria – “Patria dei Cuochi”)
  • Discepolo di August Escoffier (novembre 2006)
  • Custode della tradizione (Riconoscimento di Villa Santa Maria)

Curriculum